Segnale di stop per i 3,8 milioni di automobilisti evasori

Pubblicato su da nella categoria Info utili, Novità

Controlli a tappeto sulla regolarità delle coperture assicurative. E’ la direzione verso cui sta remando con forza il Governo con i provvedimenti previsti dal decreto Destinazione Italia. Come evince dalle stesse parole del sottosegretario ai trasporti Erasmo D’Angelis, il nostro Paese porta a casa un primato negativo contando ben 10 vetture su 100 prive di regolare contratto assicurativo e 3,8 milioni di automobilisti evasori. Lo scenario non può certo lasciare inerte il Governo che trova nella digitalizzazione della motorizzazione civile la soluzione per adeguare strumenti e modalità di controllo alle attuali necessità.

stop

Il risultato è un vasto database informatico in cui sono stati salvati tutti i dati in modo tale che incrociando le informazioni sui veicoli con quelle relative alle polizze si possano individuare più efficacemente gli evasori. L’azione di monitoraggio e controllo si avvarrà, inoltre, dell’ausilio di telecamere Ztl e Tutor.

Quali sono, invece, gli strumenti messi a disposizione dei cittadini per essere certi che la propria situazione assicurativa sia in regola? Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha attivato sul sito ilportaledellautomobilista.it, nella sezione ‘servizi online’, una semplice applicazione chiamata ‘verifica copertura RCA’ con cui è possibile scoprire subito se la propria posizione assicurativa sia regolare e se si può circolare con la propria auto senza timore di essere sorpresi dalla polizia.

Come funziona? E’ sufficiente digitare il numero di targa per sapere se risulta effettivamente assicurato senza irregolarità. Ricordiamo che le informazioni dell’archivio sono aggiornate quotidianamente dalle compagnie d’assicurazione.

Nel caso in cui, invece, non risulti regolarmente assicurato, cosa succede? Il primo passo è contattare immediatamente il proprio assicuratore per segnalare l’accaduto. Il Ministero invita poi genericamente a “provvedere tempestivamente” a risolvere il problema, ma qual è il termine effettivo oltre il quale si incorre in seri problemi? Il cittadino ha 15 giorni di tempo per mettersi in regola. Scaduto il termine l’inadempienza verrà comunicata alle forze di polizia e alla Prefettura competente.

Essere provvisti di copertura assicurativa è un obbligo di legge, infatti, ai sensi dell’art. 193 del Codice della Strada per gli evasori è prevista l’applicazione di una sanzione che oscilla tra un minimo di 841 e un massimo pari a 3366 euro fino ad arrivare al sequestro.

Tags: , , ,

scritto da:

Myriam Vegliante

Pugliese di origine, laureata a Roma in Impresa e Management presso Luiss Guido Carli e trapiantata, per lavoro, in Olanda. Attualmente mi occupo di Digital Marketing per il sito assicurazioneauto.it, grazie al quale ho combinato la passione per il marketing con l’interesse per la tecnologia e la scrittura. Ho collaborato a tutte le fasi di sviluppo della business idea, dalla marketing strategy alla web content creation, con un orientamento specifico e continuo alla SEO.