Polizze auto: fiore all’occhiello del mercato assicurativo online

Pubblicato su da nella categoria Novità

Durante gli ultimi mesi dell’anno è sempre tempo di bilanci e analisi, e dunque anche il settore assicurativo non è stato esentato. A tal proposito l’instituto Scs consulting ha pubblicato un’interessante e approfondita ricerca sull’andamento del settore e dei suoi player durante il 2013. Uno studio che mostra la crescita del settore assicurativo che, dopo le significative perdite del 2011, ritorna su ottimi livelli.

La prima grande tendenza che bisogna dunque sottolineare è l’importante crescita del mercato diretto. Dalla ricerca risulta un aumento del numero dei consumatori che decidono di non recarsi più fisicamente in agenzia per sottoscrivere il proprio contratto di polizza, preferendo mezzi più comodi e veloci, uno tra tutti internet.

Il web migliora sempre più i suoi risultati in termini di sottoscrizione, a testimonianza di come i consumatori trovino sul web tutto ciò di cui necessitano sia da un punto di vista informativo che da un punto di vista della facilità d’utilizzo. Inoltre a contribuire al risultato positivo del web come mezzo di sottoscrizione del contratto assicurativo c’è sicuramente anche la variabile macroeconomica della crisi, che spinge sempre più consumatori a compiere un’accurata opera di ricerca e di raccolta di informazioni prima di procedere a qualsiasi tipo di spesa.

In quest’ottica dunque va collocato il grande successo degli aggregatori, ovvero siti che permettono ai consumatori di confrontare le varie offerte delle compagnie assicurative scegliendo quelle che maggiormente si adattano alle loro esigenze. La ricerca dunque sottolinea come al momento, grazie alla possibilità di comparazione dei prezzi, gli aggregatori vengano identificati come veri e propri motori di sviluppo del mercato assicurativo diretto.

Ritornando ad una prospettiva di settore bisogna sottolineare come, a contribuire alla significativa crescita del settore per l’anno 2012, sia stata in buona parte lo sviluppo e la continua crescita delle vendite delle polizze RC auto per il mercato diretto. Questa tipologia di sottoscrizione rappresenta il 91% delle polizze sottoscritte online fornendo al settore un valore complessivo di oltre 150 milioni di euro. Bisogna comunque notare che il continuo aumento di questo trend è da registrare anche a livello di sottoscrizione tradizionale in quanto le persone, complice la crisi economica, decidono sempre più di concentrarsi sulla sola sottoscrizione del contratto assicurativo per la propria auto rinunciando a coperture assicurative ritenute non di primaria importanza o strettamente necessarie.

Per quanto riguarda l’analisi delle performance dei singoli player che compongono il settore, la classifica stilata dalla ricerca Scs consulting non porta novità rispetto a quella dei precedenti anni. Direct Line continua ad essere la compagnia leader del settore andando ad aumentare il proprio tasso di crescita (+3,7% rispetto al 2012) consolidando così una prima posizione mantenuta per il secondo anno consecutivo. A completare il podio arrivano rispettivamente al secondo e al terzo posto Genertel e Genyalloid con tassi di crescita in entrambi i casi superiori al 15% rispetto al precedente anno. Una particolare menzione va inoltre a Quixa che, nonostante non si trovi ancora tra i primi posti della classifica delle aziende del settore, continua la sua costante espansione facendo registrare una crescita del 50% nel 2012 che si va a sommare ad una crescita del 94% ottenuta nei precedenti anni. Come ogni classifica che si rispetti ovviamente c’è anche chi non sorride: Zurich Connect registra una contrazione dei premi ed una perdita del 2,5% rispetto al precedente anno. La situazione non è ottimale anche per Dialogo che registra una contrazione della raccolta premi del 28%.
Tirando infine le somme a dare un’idea precisa e coincisa dell’andamento del settore assicurativo è l’utile netto, un valore che dopo aver registrato una significativa perdita di 11 milioni di euro nel 2012, passa ad avere un utile di 138 milioni di euro nel 2012. Un decollo dovuto, come precedentemente detto, al sempre maggior successo della modalità di sottoscrizione diretta  e all’utilizzo di siti come assicurazioneauto.it che forniscono un servizio che aiuta i clienti a gestire ciò che per loro è sempre più importante: il proprio denaro.

Tags: , , , , , , ,

scritto da:

Ivano Sorrentino

Freelance writer per Assicurazioneauto.it | Sono laureato in Marketing e comunicazione ed opero nel contesto del marketing digitale, SEO e SEM con diverse collaborazioni sia come consulente che come freelance.