La polizza auto a “tempo”: paga solo quello che usi

Pubblicato su da nella categoria Info utili

L’assicurazione auto temporanea è un contratto che garantisce la copertura assicurativa di un veicolo per un periodo limitato di tempo oppure per un certo numero di chilometri.

L’assicurazione temporanea conviene se si usa poco l’auto e si desidera risparmiare o se si necessita di effettuare spostamenti limitati (ad esempio per spostare un veicolo privo di assicurazione per un solo viaggio).

Le assicurazioni temporanee per le auto si suddividono in due principali categorie: quelle giornaliere e quelle chilometriche.

  • Le assicurazioni giornaliere offrono una copertura assicurativa totale per brevi periodi di tempo prestabiliti, che vanno da un minimo di tre giorni ad un massimo di sei mesi. Si rivelano utili quando si ha la certezza di dover utilizzare l’auto per un tempo limitato e già definito.
    Stipulando un’assicurazione di questo tipo, si paga un premio base al momento della firma del contratto; solitamente, questa cifra è più bassa di quella di una normale assicurazione auto.
    È possibile convertire un’assicurazione temporanea giornaliera in una permanente pagando una differenza.
  • Le assicurazioni auto a km, altrimenti note come “pay-per-use”, consentono invece al cliente di pagare in rapporto ai chilometri effettivamente percorsi. Questa tipologia di RCA conviene a chi deve utilizzare l’auto per tratti brevi e comprende un limite annuale massimo di chilometri imposti dalla polizza.
    Esistono due tipologie leggermente differenti di assicurazioni chilometriche: una stabilisce un numero massimo di chilometri da percorrere in un determinato periodo di tempo, l’altra permette di pagare in proporzione ai chilometri percorsi, senza imporre limiti di tempo.
    In entrambi i casi, un dispositivo satellitare installato nell’automobile calcolerà i chilometri percorsi, addebitando sul conto del cliente la cifra esatta da corrispondere alla compagnia assicurativa.

Dando uno sguardo alle varie offerte di assicurazioni auto “a tempo” si può affermare che esse risultino sicuramente vantaggiose per tutti coloro che percorrono meno di 5 mila km all’anno. Si deve invece procedere ad una verifica sulla reale convenienza per percorrenze che vanno dai 5 ai 10 mila km. Sopra i 10 mila km è invece più opportuno optare per una polizza tradizionale.

Per capire quindi l’effettiva convenienza di questa nuova tipologia di polizza è importante conteggiare esattamente i km percorsi durante l’anno, esaminando attentamente le condizioni contrattuali (cosa certamente noiosa ma che è sempre bene fare in qualsiasi situazione ci si trovi).

scritto da:

Ivano Sorrentino

Freelance writer per Assicurazioneauto.it | Sono laureato in Marketing e comunicazione ed opero nel contesto del marketing digitale, SEO e SEM con diverse collaborazioni sia come consulente che come freelance.