Italia, primato per i distributori di metano

Pubblicato su da nella categoria Info utili, Novità

distributori_metanoLa diffusione delle auto alimentate a metano sembra convincere sempre più automobilisti italiani ad acquistare queste tipologie di vetture. L’alimentazione a metano infatti permette ai consumatori di mantenere quasi intatte le prestazioni della propria auto, ma dall’altra parte risparmiare sensibilmente sull’acquisto del carburante rispetto al gasolio o alla benzina. Una serie di fattori che dunque ha spinto sempre di più anche le case automobilistiche a puntare su queste tipologie di vetture.

Con la diffusione delle auto a metano dunque ci si è trovati dinanzi alla necessità di dover predisporre sempre più stazioni di rifornimento in grado di elargire questa nuova tipologia di carburante, e sembra che l’Italia sia a buon punto sotto questo aspetto. Il nostro paese infatti al momento ha superato i mille distributori di metano affermandosi al primo posto dopo aver scavalcato la Germania che rimane ferma a circa 915 distributori.

Tuttavia sembra comunque che persistano alcuni ostacoli alla diffusione dell’alimentazione a metano nel nostro paese: secondo il sito metanoauto.com, punto di riferimento in materia, infatti al grande numero di distributori presente non corrisponde una loro distribuzione omogenea sul territorio. Molte infatti sono ancora le regioni che non hanno una sufficiente presenza di distributori di metano (tra queste spiccano la Liguria, il Friuli Venezia Giulia e quasi tutte le regioni del sud).

Ma non solo, un altro grande problema è quello che riguarda la presenza di pochi distributori aperti 24 ore su 24. Infatti come sottolinea ancora metanoauto.com ”la mancanza del self-service per il metano che consenta di avere, come da sempre avviene nel resto d’Europa, impianti aperti 24 ore su 24”. Questo ovviamente comporta sicuramente dei disagi per gli automobilisti che sono costretti a dover fare rifornimento soltanto in orari prestabiliti andando così ad incontrare spesso code e lunghe attese. Per quanto riguarda il metano inoltre il self-service non è ancora stato regolato dal nostro paese portando quindi grandi difficoltà a chi decide di optare per questa tipologia di carburante.

Infine dunque si può concludere analizzando che sebbene da un punto di vista del numero di distributori l’Italia sia il paese più fornito d’Europa ancora molto deve essere fatto per un’affermazione definitiva di un carburante che permette sempre più di risparmiare, elemento che i consumatori prediligono, soprattutto in questo periodo.

Tags: ,

scritto da:

Ivano Sorrentino

Freelance writer per Assicurazioneauto.it | Sono laureato in Marketing e comunicazione ed opero nel contesto del marketing digitale, SEO e SEM con diverse collaborazioni sia come consulente che come freelance.