Indagine: la maggior parte degli italiani comprerebbe un’auto elettrica

Pubblicato su da nella categoria Novità, Sosteniblità

auto-elettricaL’auto elettrica piace sempre più agli automobilisti italiani: è il risultato di una recente analisi condotta dal Centro studi e documentazione della compagnia assicurativa Direct Line, che ha eseguito dei sondaggi d’opinione per delineare un quadro realistico dell’apprezzamento dei consumatori nei confronti della mobilità alternativa.

I risultati sono molto confortanti, anche se non mancano degli spunti di riflessione sui limiti che sarà necessario superare per permettere una maggior diffusione dei veicoli elettrici; la caratteristica più apprezzata dagli automobilisti è l’esclusione dall’obbligo del pagamento della tassa di possesso (secondo il 98 % del campione analizzato), seguito dalla possibilità di utilizzare l’auto senza il rischio di incorrere in blocchi alla circolazione o chiusure al traffico di aree nevralgiche della città: infatti, grazie alla loro peculiarità di non emettere gas di scarico, le auto elettriche sono ammesse anche nei centri storici, e godono spesso di parcheggi riservati oppure possono sfruttare gratuitamente quelli comuni (e questo è un ulteriore vantaggio percepito dai consumatori).

Tra gli altri elementi di apprezzamento da parte degli automobilisti italiani, è sicuramente interessante notare che molti ne ammirano le linee moderne (90 % degli intervistati), la silenziosità del motore e – ma questo era quasi scontato – l’economicità dei costi di gestione (in particolare, il crollo della spesa per “fare il pieno”).

Andando ad analizzare, invece, quali sono i maggiori limiti percepiti dagli utenti della strada, al primo posto svetta la carenza di punti di rifornimento sparsi sul territorio: anche se le colonnine di ricarica sono abbastanza frequenti nei centri delle grandi città, risultano piuttosto rare lungo il resto della rete stradale nazionale; oltre a questo, c’è da tener conto dell’autonomia limitata delle auto elettriche e – soprattutto – del costo ancora troppo elevato rispetto a quello dei veicoli dotati di tradizionale motore a combustione interna.

In definitiva, il quadro che emerge è piuttosto positivo, perché c’è un certo interesse degli automobilisti nei confronti del panorama elettrico, e se si riuscisse a lavorare sulle carenze più evidenti – andando a ridurne il potere limitante – sicuramente si assisterebbe a una diffusione esponenzialmente maggiore dei veicoli a propulsione elettrica.

Tags: , , , ,

scritto da:

Giovanni Ottaviano

Freelance writer per Assicurazioneauto.it | Laureato in Urbanistica Sostenibile, mi occupo di ricerca indipendente nell’ambito della progettazione urbana e dell’implementazione di tecnologie innovative per lo sviluppo di Smart Cities | Appassionato di musica, cinema, fotografia e letteratura | Faccio della curiosità la mia dote principale, perché mi permette di non sentirmi mai appagato, invitandomi a conoscere sempre qualcosa in più