Gomme da neve e catene: quando usarle, sanzioni e costi

Pubblicato su da nella categoria Consigli

L’arrivo dell’inverno porta con sé il ritorno di gomme invernali e catene da neve nelle nostre auto.
Dal 16 gennaio 2013 questo tipo di equipaggiamento è legge, una legge discussa e non amata dalle associazioni dei consumatori, che hanno visto nella disposizione solo un grosso regalo fatto alle fabbriche di pneumatici.

La sicurezza è parola d’ordine di chi viaggia in auto: temperature rigide dei nostri inverni e scarsa qualità delle nostre strade, non possono d’altronde che chiedere accorgimenti massimi per poter muoversi in auto in tutta sicurezza.

Quando sono indispensabili penumatici invernali e catene?

A questa domanda ha nuovamente risposto, nello scorso ottobre, Fabio Bertolotti di Assogomme, affermando che il cambio di pneumatico sia indispensabile quando la temperatura esterna scenda sotto i 7 gradi.

La direttiva del Ministero dei Trasporti comprende casi molto più ampi e specifica che nelle strade situate fuori dai centri abitati, lungo le strade frequentemente interessate da precipitazioni nevose e fenomeni di pioggia ghiacciata (freezing rain) nel periodo invernale, sia necessario che i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli, siano muniti di pneumatici invernali ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio.

La legge è dunque chiara, l’obbligo di montare pneumatici speciali si estende a tutte le strade presenti fuori dai centri abitati ed in particolari condizioni meteo. Dunque, in qualsiasi viaggio fuori città fatto con avverse condizioni meteo, i guidatori italiani devono essere provvisti dell’equipaggiamento stabilito dalla legge per non incorrere sanzioni. Per eventuali dubbi legati agli obblighi su strade, i guidatori italiani hanno la possibilità di consultare il sito web della Polizia di Stato nella sezione Viabilità Italia per conoscere anticipatamente quale strada sia soggetto all’obbligo, senza attendere di rifarsi ai cartelli stradali durante il viaggio.

Inoltre, la legge si pronuncia in modo dettagliato stabilendo un’uniformità di periodo in cui gli enti proprietari delle strade debbano disporre l’obbligo agli automobilisti di viaggiare con pneumatici invernali o catene, ossia dal 15 novembre al 15 aprile.

Quali sono le sanzioni verso chi trasgredisce questa legge?

Come stato spigato al Corriere della Sera da Ambra Gentile, commissario capo della Polstrada di Roma, le sanzioni amministrative previste possono variare dagli 85 ai 335 euro. Se la sanzione viene pagata entro 5 giorni il costo si riduce a 58,80 con intimazione al trasgressore di non ripetere il fatto.

Qual è il giusto pneumatico da neve o il giusto set di catene?

Secondo quanto stabilito dalla legge, i pneumatici invernali che possono essere impiegati sono quelli omologati secondo la Direttiva 92/23/CEE del Consiglio delle Comunità Europee, ovvero quelli corrispondenti al regolamento UNECE e muniti del previsto marchio di omologazione. Le migliori marcature sono la M+S, M/S, MS, M-S o M&S e si trovano riportate sul fianco del pneumatico.

I mezzi antisdrucciolevoli (catene) devono essere compatibili con i pneumatici del veicolo su cui devono essere installati e, in caso di impiego, devono essere seguite le istruzioni di installazione fornite dai costruttori del veicolo e del dispositivo. Quando le catene vengono utilizzate sui pneumatici invernali di autovetture e veicoli commerciali fino a 3,5 tonnellate, la direttiva raccomanda l’installazione su tutte le ruote del mezzo al fine di conseguire condizioni uniformi di aderenza al fondo stradale. Le uniche catene utili da acquistare sono quelle riportanti il codice UNI 11313: 2010.

Vi é poi una soluzione al cambio ciclico delle gomme: l’adozione dei pneumatici all season (modello M+S). La possibilità di avere una tipologia universale di pneumatici garantisce un sicuro risparmio, ma non dá vantaggi a favore di una sicurezza massima che potrebbe invece venire dalla dotazione di gomme specifiche.

I “costi” della legge

La legge che impone la presenza di gomme invernali o catene garantisce sicurezza, ma la sicurezza ha in questo caso dei costi che non possono essere trascurati dagli automobilisti italiani.

Il costo delle gomme invernali è pari al 20% in più rispetto di quelle estive. I prezzi per un lavoro completo di sostituzione variano da 390 euro per una macchina Fiat, a 980 euro per una Bmw. A fare la differenza è certamente il tipo di ruota scelta e le condizioni della propria auto (occhio allo stato dei cerchioni e alla loro idoneità con eventuali nuove gomme).

Da non sottovalutare, inoltre, il costo della manodopera o il montaggio, anch’esso soggetto ai listini soggettivi degli specialisti del settore (i prezzi oscillano dai 10 ai 30 euro).

Ad oggi le polemiche sollevate dalle associazioni dei consumatori nei confronti della legge, che rende obbligatorio l’utilizzo di gomme da neve e catane, sembra essersi sopita. Appare risiedere nel bisogno di viaggiare sicuri, legata anche a condizioni climatiche che si fanno sempre piú rigide, la motiviazione che ha probabilmente convinto gli italiani della necessità di attrezzarsi adeguatamente per non incappare in qualcosa di più di una sanzione amministrativa.

scritto da:

Chiara Borzi

Freelance writer per Assicurazioneauto.it | Specializzata in Storia e Cultura dei Paesi Mediterranei presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali di Catania | Giornalista Freelance per il Quotidiano di Sicilia | Esploro il Web Marketing e scopro il potere dei Social Media | Appassionata di basket, ne scrivo dal 2009.