Cross with me: attraversare la strada non è mai stato così facile

Pubblicato su da nella categoria Info utili, Novità

cross-with-meSi chiama “Cross with me” ed è un’app per che può funzionare con tutti i più comuni smartphone in grado di aiutare le persone non vedenti o ipovedenti ad attraversare le strisce pedonali. Si tratta di un progetto presentato nell’ambito del Premio Edison Start, rivolto a start up innovative, micro o piccole imprese, organizzazioni no-profit e gruppi di persone che hanno in mente un’idea geniale e che cercano i finanziamenti per realizzarla. “Cross with me” è uno degli 841 progetti candidati al Premio Edison, tra i quali entro il prossimo 30 aprile saranno selezionati i 30 finalisti.

L’app si rivolge a non vedenti ed ipovedenti che si muovono in contesti urbani e che sono abituati ad utilizzare lo smartphone. Il servizio consente di riconoscere le strisce pedonali, che non sono percepibili attraverso il bastone bianco, grazie alla fotocamera del telefono. Quest’ultima è in grado di riprendere l’ambiente circostante e, grazie ad un software specificamente progettato, ne può riconoscere le caratteristiche. La telecamera, perciò, quando rileva la presenza delle strisce, comunica attraverso l’altoparlante l’allineamento corretto per attraversare. Inoltre, l’applicazione è in grado di condividere informazioni con altre persone relative, ad esempio, ostacoli, lavori in corso o strisce poco visibili, e di segnalare queste criticità alle autorità competenti in modo che possano intervenire. Il progetto in definitiva, aumenterebbe la sicurezza per i pedoni con disabilità visive, ne migliorerebbe l’autonomia negli spostamenti in città e favorirebbe la loro inclusione sociale.

Le strisce pedonali, infatti, rappresentano attualmente un rischio per i cittadini che hanno ridotte capacità visive. Se attraversare un incrocio con semaforo è possibile, grazie alle segnalazioni sonore previste, lo stesso non può dirsi per le strisce, che non offrono alcun tipo di supporto. A ciò si aggiunga il fatto che esse spesso sono poco leggibili, oppure occupate da automobilisti non rispettosi del codice della strada o da altri possibili ostacoli, come cantieri o interruzioni. Con “Cross with me” lo smartphone accompagna il pedone, non solo segnalando le strisce, ma indicando il percorso per attraversale e la presenza di eventuali impedimenti.

cross-with-meIl progetto è stato ideato da Cristian Bernareggi di Retina Italia Onlus. Cristian è un informatico, collaboratore dal 2007 presso l’Università degli Studi di Milano e co-fondatore dal 2011 della società spin-off della medesima università “EveryWare Technologies”. Da anni è impegnato nello sviluppo di tecnologie informatiche in grado di aiutare persone con disabilità. “Cross with me” utilizza tecniche sviluppate proprio presso il Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Milano, dove è già stato testato un prototipo funzionante di questa app.

Il progetto, assieme agli altri presentati al Premio Edison, potrà essere votato fino al prossimo 30 aprile 2014.

C’è da immaginare che saranno molte le persone con disabilità visive ad esprime la propria preferenza per questa idea innovativa, che potrebbe migliorare di molto la qualità della loro vita in città. Tuttavia, proprio alcune tra queste persone hanno segnalato che il sito attraverso il quale è possibile votare il progetto “Cross with me” non sia accessibile alle persone con disabilità visive. Questo avrebbe impedito ai tantissimi non vedenti o ipovedenti interessati ad un servizio simile di esprimere la propria preferenza. L’auspicio da parte loro è che i giudici tengano conto di questa circostanza e diano il giusto peso ad un’idea che potrebbe cambiare decisamente in meglio la loro mobilità urbana.

Da parte del team di Assicurazioneauto.it ci auguriamo che questi problemi possano essere risolti e che il progetto possa avanzare nella seconda fase del concorso.

Per cui cosa aspettate? Votate!

La notizia ti sembra interessante? Condividila con i tuoi amici su Google Plus, Linkedin, Facebook!

Tags: , , ,

scritto da:

Mariangela Palmieri

Freelance writer per Assicurazioneauto.it | Giornalista pubblicista, ho collaborato con testate radiotelevisive e della carta stampata in ambito locale | Attualmente collabora con il quotidiano “la Città” di Salerno.