Car sharing: Bee, Enjoy e Car2go a confronto

Pubblicato su da nella categoria Consigli, Info utili, Sosteniblità

Tutte piccole e graziose, perfette per muoversi agilmente nel traffico di una città affollata e trafficata. Sono le automobili a disposizione per i servizi di car sharing. Ma quanto costano? Rappresentano davvero un risparmio per i cittadini?

car-sharing-assicurazioneauto.itAbbiamo messo a confronto tre servizi al momento attivi in Italia, in particolare a Napoli e Milano. Sono Car2go, Enjoy e Bee.

La traduzione di car sharing è automobile in condivisione, una pratica che si sta diffondendo nel nostro Paese che consiste nell’abbandonare la pratica di utilizzare la propria auto personale per poter usufruire di automobili – dopo aver sottoscritto una registrazione e ad un costo tariffato a ore, minuti o giornate –  a disposizione delle persone, direttamente sulla strada della propria città. Il primo vantaggio è sicuramente quello di non dover più sostenere le spese relative al mantenimento di un’auto di proprietà. Certo rimane da stabilire quanto e come ognuno utilizzi l’automobile, solo sulla base di questo parametro si potrà valutare se il car sharing è una scelta valida.

Iniziamo col vedere i punti comuni ai tre servizi. In tutti i tre casi per accedere al servizio è necessaria una carta di credito che servirà per gli addebiti, oltre alla patente di guida. Prima, sarà necessario registrarsi online con i propri dati e poi se si vuole è possibile prenotare tramite telefono, sito web o app per smartphone.  In ogni caso i siti web saranno utili per indicarci dove è la macchina disponibile più vicina e dove poterla lasciare al termine dell’utilizzo.

Tutti i prezzi comprendono l’assicurazione auto pagata dalla compagnia. Per la copertura di danni o eventuali incidenti, vi raccomandiamo di leggere attentamente le clausole del contratto firmato al momento della registrazione. Per Bee e Car2go occorre un passaggio in più: il ritiro della tessera presso un punto vendita convenzionato. Per Enjoy basta l’abbinamento cellulare e pin fornito.

Quali automobili sono a disposizione? Bee fornisce monoposto Reanult elettriche. Sono Smart quelle del servizio Car2go e Fiat 500 quelle di Enjoy. Attenzione a cosa dovete trasportare e se qualcuno verrà con voi nella scelta del servizio.

Vediamo le singole offerte. La più conveniente, cioè ha la tariffa al minuto più bassa è Bee di Napoli. Costa 0,15€ al minuto per la prima ora, sale a 20 cent. dalla seconda per arrivare fino al massimo di 25 cent. dopo la terza ora di utilizzo. Alla tariffa oraria vanno aggiunti 30 € di iscrizione annuale che scendono a 10 € per tre giorni. Le monoposto Bee possono entrare nelle ZTL e nelle corsie preferenziali. Vanno riconsegnate nei BeePoint, nei quali vi è anche una colonnina per ricaricarle.

L’offerta di Enjoy prevede una tariffa al minuto di 0,25 € che diventano 0,10 quando si è in sosta. Questa tariffazione rimane valida se si rimane entro i 50 km, oltre essi per ogni chilometro in più vengono addebitati 25 cent. Le 500 di Enjoy si possono posteggiare all’interno delle strisce blu, possono accedere all’area C senza pagare, ma non si può entrare nelle ZTL, nè sulle corsie preferenziali. In più se resti senza benzina puoi recarti dal partner Eni senza pagare.

Infine l’offerta di Car2go, che prevede per le ‘sue’ Smart  gli stessi privilegi di posteggio dell’offerta Enjoy, costa 0,29 cent. al minuto con una quota di iscrizione di 19 €. E’ possibile scegliere la tariffazione all’ora per 14,90 €. non è necessario preoccuparsi della benzina perchè ci pensa il personale di Car2go.

A legger quanto scritto sembra facile intuire che la strada più conveniente sia quella di Napoli, ma a ben guardare ci sono fattori che potrebbero orientare la scelta altrove. Quali? Ad esempio: il numero di persone che potrebbero essere con noi (le Smart di Car2go  permettono di portare con se solo un’altra persona) oppure se si pensa di fermarsi spesso (si noti la tariffa  Enjoy è più bassa durante la sosta).

Ulteriori informazioni di cui tener conto possono essere: il numero totale di automobili a disposizione per compagnia, le zone in cui sono reperibili e riconsegnabili.

Insomma ognuno avrà la propria personale risposta. Resta indubbio che si tratti di un servizio che può fare un grande favore alla nostra salute e alla natura diminuendo (anche se solo in parte) l’inquinamento da gas di scarico.

Tags: , , , ,

scritto da:

Claudia Dani

Freelance writer per Assicurazioneauto.it | Giornalista freelance, addetta media, web editor | Mi occupo di comunicazione web, social e tradizionale per le aziende | Scrivo contenuti per il web. Collaboro alla redazione di www.lsdi.it. e curo il mio sito web claclick.com